Pandemie/Epidemie

  • “Se le misure rivolte alla fauna selvatica distoglieranno dalle debolezze della sicurezza sanitaria globale evidenziate dal COVID-19, la prossima pandemia riscuoterà un successo ancora maggiore”.

  • Fonte: Angelo Marconcini - 21.01.2022

    La Peste suina africana (PSA) è una malattia terribile che colpisce i suidi domestici e selvatici. Le sofferenze cui sono sottoposti questi animali, la mancanza di igiene, la convivenza quotidiana con i propri escrementi non sono un problema per la stragrande maggioranza dell'umanità. Lo diventano solo quando “la merce si deteriora”.

  • A un anno esatto dall’inizio della pandemia lo scenario sul futuro spalancato dal SarsCov2 è estremamente nitido. Non certo incoraggiante, ma quanto meno ben delineato.

  • Nel 1998, in Malesia, i maiali iniziarono a tossire. Tossivano così forte che le persone riuscivano a sentirli anche a un miglio di distanza. All’inizio sembrava che a minacciare i 2,35 milioni di suini presenti nel Paese fosse un microrganismo ben noto in Asia: il flavivirus responsabile dell’encefalite giapponese.

  • Fonte: Ecornetwork - 15.06.2021

    In questa terza parte, gli autori dimostrano come gli allevamenti intensivi nelle megafattorie siano soggetti a una vasta gamma di malattie mortali e l’elevato volume di produzione predisponga a diverse patologie. Le dimensioni della popolazione di bestiame industriale può amplificare il salto di specie della malattia: maggiore è la dimensione delle aziende agricole, peggiore è il problema.

  • Fonte: Ecor.Network - 10.06.2021

    Nella prima parte, gli autori hanno descritto come l’agricoltura industriale compromette la capacità rigenerativa degli insiemi biologici da cui dipendono la maggior parte delle attività antropocentriche e la produzione alimentare. In questa, vengono esaminati gli allevamenti industriali di bestiame e pollame, dove la nascita, lo sviluppo e l'allevamento sono orientati a servire la massimizzazione della produzione e le proiezioni finanziarie.

  • Fonte: Ecor.Network - 31.05.2021

    Con questo articolo, inizia la pubblicazione, in quattro parti, di The Origins of Industrial Agricultural Pathogens,tradotte da Ecor.Network. Questa opera è frutto del lavoro multidisciplinare di un gruppo di ricerca formato dall'epidemiologo evoluzionista Rob Wallace, dall'antropogeografo Alex Liebman, dallo scienziato delle colture e del suolo David Weisberger, dall’agricoltore agroecologico Tammi Jonas, dal ricercatore di geografia economica Luke Bergmann, dal biologo della fauna selvatica Richard Kock e dall’epidemiologo Rodrick Wallace.

  • Fonte: Wall Street International Magazine - 18.03.2021

    È importante sottolineare che l’attuale epidemia da nuovo Coronavirus (SARS-CoV2) non è soltanto la prima grande pandemia del III millennio, ma anche la prima dell’Antropocene.

  • Ogni tentativo di distruggere le imposizioni della natura distruggendo la natura dà come risultato una sottomissione ancora più profonda alle imposizioni della natura.
    Max Horkheimer e Theodor Adorno - Dialettica dell’illuminismo -

  • Fonte: Climate&Capitalism - 03.07.2022

    La ricchezza miliardaria è aumentata a dismisura durante la pandemia da Covid-19, grazie alle aziende del settore alimentare, farmaceutico, energetico e tecnologico. Nel frattempo, milioni di persone in tutto il mondo stanno affrontando una crisi del costo della vita a causa dei continui effetti della pandemia e del rapido aumento dei costi dei beni di prima necessità, tra cui cibo ed energia.

  • Fonte: Climate&Capitalism - 31.05.2024

    L'ultima edizione di
    World Health Statistics, pubblicata il 24 maggio dall'Organizzazione Mondiale della Sanità, rivela che la pandemia da COVID-19 ha invertito la tendenza al costante aumento dell'aspettativa di vita alla nascita e dell'aspettativa di vita in buona salute alla nascita.

  • Fonte: Climate&Capitalism - 26.06.2024

    Sesta parte di un articolo sulle cause e le implicazioni dell’entrata del capitalismo globale in un'epoca in cui le malattie infettive sono sempre più diffuse. Le mie opinioni sono soggette a continui dibattiti e verifiche pratiche. Attendo vostri commenti, critiche e correzioni.

  • Fonte: Climate&Capitalism - 15.04.52024

    Quinta parte di un articolo sulle cause e le implicazioni dell’entrata del capitalismo globale in un'epoca in cui le malattie infettive sono sempre più diffuse. Le mie opinioni sono soggette a continui dibattiti e verifiche pratiche. Attendo vostri commenti, critiche e correzioni.

  • Fonte: Climate&Capitalism - 19.04.2024

    Quarta parte di un articolo sulle cause e le implicazioni dell’entrata del capitalismo globale in un'epoca in cui le malattie infettive sono sempre più diffuse. Le mie opinioni sono soggette a continui dibattiti e verifiche pratiche. Attendo vostri commenti, critiche e correzioni.

  • Fonte: Climate&Capitalism - 26.03.2024

    Terza parte di un articolo sulle cause e le implicazioni dell’entrata del capitalismo globale in un'epoca in cui le malattie infettive sono sempre più diffuse. Le mie opinioni sono soggette a continui dibattiti e verifiche pratiche. Attendo i vostri commenti, critiche e correzioni.

  • Fonte: Climate&Capitalism - 14.03.2024

    Seconda parte di un articolo sulle cause e le implicazioni dell’entrata del capitalismo globale in un'epoca in cui le malattie infettive sono sempre più diffuse. Le mie opinioni sono soggette a continui dibattiti e verifiche pratiche. Attendo vostri commenti, critiche e correzioni.

  • Fonte: Climate&Capitalism - 05.03.2024

    Questo è il primo di una serie di articoli sulle cause e le implicazioni dell’entrata del capitalismo globale in un'epoca in cui le malattie infettive sono sempre più diffuse. Le mie opinioni sono soggette a continui dibattiti e verifiche pratiche. Attendo i vostri commenti, critiche e correzioni.

  • Fonte: Truthout - 30.12.2020

    Il 30 dicembre 2019, un'e-mail urgente è circolata su Internet. In essa la commissione sanitaria del municipio di Wuhan segnalava il trattamento di più pazienti con "polmonite da causa sconosciuta".

  • Fonte Climate&Capitalism - 04.11.2023

    Sede della più grande biodiversità del pianeta, l'Amazzonia è anche una bomba a orologeria per la comparsa o la ricomparsa di malattie dal potenziale pandemico. Questo perché il degrado ambientale e l'alterazione del paesaggio sono fattori importanti in questo processo, esacerbati durante i periodi di estrema siccità, come quello che sta colpendo la regione.

  • Fonte: Socialist Standard- 10.12.2020

    La crisi provocata dalla pandemia di coronavirus ha messo chiaramente in luce la natura del capitalismo come sistema in cui la maggior parte delle persone dipende da un reddito da lavoro dipendente. Si trovano in questa posizione perché esclusi dalla proprietà e dal controllo dei  luoghi in cui lavorano per produrre ricchezza. Questi sono in mano a una minoranza, generalmente delle corporation, che li utilizzano al solo scopo di produrre beni e servizi per un profitto.

Pagina 1 di 2