Indice tematico

Crisi climatica

  • Il crollo della civiltà occcidentale, di Erik M. Conwey, Naomi Oreskes, Piano B, 2018. Ambientato nel 2393 – trecento anni dopo i tragici eventi che portarono al collasso climatico, sociale, economico e demografico delle grandi potenze occidentali del Ventesimo secolo – racconta di un giovane storico della Seconda Repubblica Popolare Cinese che cerca di esaminare e comprendere le cause del crollo della civiltà occidentale.

  • Fonte: Odissea - 09.11.2018

    Il collasso ambientale non sarà la fine della vita sulla Terra, ma probabilmente della società e della specie umana.

  • Fonte: Climate&Capitalism - 12.10.2021

    Con l'obiettivo di integrare considerazioni di salute pubblica e di giustizia climatica nei negoziati sul clima delle Nazioni Unite, sabato 6 novembre durante la COP26 a Glasgow, l'OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) ha tenuto una Global Conference on Health & Climate Change, con la presenza di molti attori chiave della salute pubblica e della politica mondiale.

  • La bozza del rapporto dell'Organizzazione Meteorologica Mondiale sul cambiamento climatico globale nel 2020 descrive il continuo deterioramento su tutti i fronti

  • Half-Earth Socialism: A Plan the Save the Future from Extinction, Climate Change and Pandemicsdi Troy Vettese e Drew Pendergrass, Verso, 2022.Nella prossima generazione, l'umanità si troverà di fronte ad un futuro distopico, di disastri climatici ed estinzione di massa. Tuttavia, le uniche "soluzioni" offerte sono programmi di cap-and-trade [limitazione e scambio delle emissioni] privi di senso, catastrofici progetti di geoingegneria e conservazione privatizzata, che non faranno nulla per invertire i danni subiti dalla biosfera. Questi approcci mainstream presuppongono che il consumo nel Nord globale possa continuare senza sosta. Ma non lo può.

  • Fonte: Climate&Capitalism - 06.11.2022

    L'innalzamento del livello del mare accelera, lo scioglimento dei ghiacciai europei infrange ogni record, il clima estremo provoca devastazione.

  • Fonte: New Internationalist - 13.09.2022

    Al momento in cui scrivo, più di un terzo del Pakistan è sott'acqua. Alluvioni improvvise, generate da piogge monsoniche anomale, hanno finora causato la morte di 1350 persone. Un milione di edifici residenziali sono totalmente o parzialmente danneggiati, facendo sfollare più di 50 milioni di persone dalle loro case.

  • Dipesh Chakrabarty sta dando un contributo molto importante alla comprensione del cambiamento climatico, mettendo insieme le conoscenze sulla storia del clima e sulle trasformazioni del modo di produzione capitalistico-industriale con quelle maturate nel campo della Scienza del sistema terrestre.


  • Fonte: Climate&Capitalism - 13.09.2022

    Secondo una nuova e importante ricerca pubblicata sulla rivista «Science», se la temperatura globale dovesse aumentare di oltre 1,5°C rispetto ai livelli preindustriali, potrebbero verificarsi diversi punti di non ritorno per il clima. Anche ai livelli attuali di riscaldamento globale, il mondo rischia già di superare cinque pericolosi punti climatici di non ritorno e i rischi aumentano per ogni decimo di grado di ulteriore aumento delle temperature.

  • Fonte: Roar Magazine 11.06.2021

    Nel suo nuovo libro,  A People's Green New Deal [Pluto Press 2021, ancora inedito in italiano, NdT], Max Ajl presenta una valutazione approfondita, che prende spesso la forma di una denuncia schiacciante, dei limitati tentativi del Nord globale di mitigare e adattarsi al riscaldamento globale.

  • Fonte: REDD-Monitor - 28.11.2022

    L’ennesima riunione delle Nazioni Unite sul clima non porterà alcuna differenza. L'industria dei combustibili fossili continuerà a espandersi. Le emissioni di gas serra cresceranno. La crisi climatica peggiorerà.

  • Come far saltare un oleodotto. Imparare a combattere in un mondo che brucia, di Andreas Malm, Ponte alle Grazie, 2022. Nei primi due decenni del Ventunesimo secolo, il movimento per il clima ha attraversato diverse fasi, cicli ascendenti e discendenti; e nel frattempo il suo avversario, il «capitalismo fossile», è andato dritto per la propria strada: i terrificanti dati sulle emissioni in costante crescita lo dimostrano.

  • Clima, Storia e Capitale, di Dipesh Chakrabarty, Nottetempo, 2021. I due saggi di Dipesh Chakrabarty raccolti in questo volume sono stati, come scrivono i curatori Matteo De Giuli e Nicolò Porcelluzzi nell’appassionata introduzione, un punto di riferimento essenziale per il confronto tra le scienze umane e quello che, con urgenza sempre crescente, i geologi e altri scienziati della natura hanno definito Antropocene: l’epoca segnata dalla drammatica “impronta ecologica” degli umani – divenuti “potenza geologica” – sul pianeta.


  • Nel settembre 2021 il clima in Italia è stato segnato da temperature eccezionalmente elevate, che piazzano il mese tra i più caldi mai registrati nel Belpaese con un’anomalia di 1,6 gradi in più rispetto alla media del trentennio 1981-2010. Sul podio, lo precedono i mesi di settembre del 2011 e del 1987.

  • Fonte: Climate&Capitalism - 07.12.2023

    Gli eventi meteorologici estremi hanno ucciso quasi 3.000 persone in India quest'anno.

  • Biosfera, l’ambiente che abitiamo. Crisi climatica e neoliberismo, di Ilaria Agostini, Giovanni Attili, Enzo Scandurra, DeriveApprodi, 2020. La Biosfera è quel luogo singolare dell’Universo dove è nata e si è sviluppata la vita. È un prodotto del Sole. Noi, insieme a tutte le altre specie viventi, siamo l’esito di una sua lunga evoluzione durata milioni di anni nel corso dei quali sono nate e poi si sono estinte diverse specie di animali e vegetali, creando la meravigliosa biodiversità che ci circonda.

  • Attraverso l'analisi delle carote di ghiaccio, è possibile riconoscere i cicli glaciale-interglaciale, il cambiamento dei livelli di anidride carbonica nell'atmosfera e la stabilità del clima negli ultimi 10.000 anni.

  •  Fonte: Jacobin - 13.08.2021

    Se vogliamo davvero fermare l'imminente disastro climatico, non abbiamo altra scelta che tenere radicalmente a freno uno dei peggiori inquinatori del mondo: l'esercito americano.