Una teoria dell'imperialismo. Il viaggio delle merci, di Prabhat Patnaik e Utsa Patnaik, Meltemi, 2021. Che fine ha fatto l’imperialismo? Ormai scomparso dall’attuale panorama del dibattitto pubblico, Prabhat e Utsa Patnaik insistono sull’urgenza del tema, indagando le relazioni commerciali che governano il rapporto tra le economie del Nord del mondo e i paesi tropicali e subtropicali del Sud globale.
Seguendo le rotte delle merci – prodotti agricoli e petrolio, in primis –, i due economisti indiani mostrano come l’imperialismo oggi sia più aggressivo che mai: il Sud del mondo si trova costretto in scomode catene di valore/approvvigionamento che rinforzano il dominio militare, tecnologico-finanziario e persino “energetico” del Nord globale.
Malgrado i suoi effetti catastrofici, questa forma d’imperialismo potrebbe essere l’occasione per un nuovo inizio basato sulla resistenza rivoluzionaria dei popoli attraverso il rovesciamento dell’imperialismo stesso, inteso come manifestazione globale del capitalismo.


"Oggi questo libro è prezioso non solo per la sua originalità e arguzia, né per le sue profonde intuizioni e le specificazioni empiriche, ma anche perché da oltre mezzo secolo la disciplina economica , per come viene praticata nei dipartimenti universitari di tutto il modo, ha completamente ignorato il soggetto dell'imperialismo. L'idea che si possano comprendere le condizioni economiche del mondo senza una piena comprensione dell'imperialismo (passato e presente) suona quasi come uno scandalo intellettuale."
Akeel Bilgrami